Termografia e impianti: la manutenzione correttiva

Termografia e impianti: la manutenzione correttiva

Termografia e impianti: la manutenzione correttiva

La manutenzione correttiva degli impianti sfruttando la termografia rappresenta una scelta ottimale che, se ben sfruttata, consente di ottenere svariati vantaggi e rimanere ampiamente soddisfatti del risultato finale che si va a conseguire.
Ecco tutto quello che occorre conoscere di questo campo di applicazione.


La termografia nella manutenzione degli impianti

Negli anni ’90 iniziava a prendere piede il concetto di termografia per la verifica del corretto funzionamento degli impianti e con lo scorrere degli anni la consulenza termografica professionale è riuscita a ritagliarsi un ruolo sempre più importante all’interno delle industrie.
Con essa, infatti, si ha la concreta occasione di verificare che un impianto funzioni correttamente identificando potenziali difetti senza rischiare di perdere tempo prezioso.
Ovviamente occorre sottolineare come oggi la termografia abbia fatto dei passi da gigante e abbia permesso alle diverse imprese di svolgere dei controlli ben precisi, facendo in modo che il risultato possa essere una produttività che non viene interrotta in alcuna circostanza.


Termografia e impianti: la manutenzione correttiva

Il vantaggio principale che caratterizza il ricorso alla consulenza termografica professionale nella manutenzione correttiva è dato dal fatto che tale procedura permette di effettuare uno scatto fotografico a distanza mentre i vari impianti sono operativi.
Grazie al fatto che le diverse macchine emanano un certo calore, è possibile avere l’occasione di valutare se vi siano difetti.
Questo per il semplice fatto che, qualora nella foto termica siano presenti parte degli impianti con una colorazione inferiore o superiore a quella standard, allora è possibile che i suddetti abbiano subito qualche danno, quindi che debbano essere sottoposti a una revisione atta a valutare con maggior precisione quali siano le parti che devono essere interessate da un intervento correttivo.


Termografia e impianti: la manutenzione correttiva

Grazie alla consulenza termografica professionale si ha la concreta occasione di diagnosticare diverse anomalie.
In particolare è possibile notare come i difetti degli impianti elettrici siano quelli che vengono sottoposti a una revisione maggiore, in quanto durante il loro funzionamento il calore sprigionato consente a tutti gli effetti di valutare se vi siano delle anomalie particolari.
Sia i quadri elettrici sia i vari collegamenti, così come le cabine elettriche, possono essere sottoposte a una serie di controlli grazie ai quali è possibile capire effettivamente se vi siano problematiche varie oppure se l’impianto funziona in maniera ottimale.
Pertanto gli impianti elettrici sono i principali che vengono sottoposti a questo genere di controllo e grazie a questa combinazione di procedure è possibile notare come i vantaggi che si otterranno sono parecchi.
Tra di essi spicca la possibilità di ridurre drasticamente il numero degli interventi correttivi che devono essere svolti e allo stesso tempo vengono abbattuti i costi relativi alla gestione di tali impianti.
Di conseguenza questa procedura assume una grande importanza all’interno di un’azienda, dato che grazie a essa è possibile evitare ogni potenziale problema ed evitare che possano esserci difficoltà durante la fase di produttività dei beni di quell’azienda.


I vantaggi di tale procedura

Per quanto concerne i vantaggi che si possono ottenere grazie a questa procedura è possibile ottenere una serie di aspetti positivi.
In primo luogo occorre sottolineare come i vari sistemi produttivi, elettrici e non solo, verranno mantenuti in uno stato ottimale, facendo in modo che i costi di gestione degli impianti siano sempre minimi.
Inoltre si ha la concreta occasione di ottenere un incremento e miglioramento della produttività, facendo in modo che questa possa essere in linea con tutte le esigenze dell’impresa.
Di conseguenza è possibile evitare che gli impianti presenti nella propria impresa possano essere poco funzionanti oppure che questi producano degli effetti tutt’altro che desiderati.
La manutenzione correttiva permette di evitare che quel determinato malfunzionamento possa generare delle problematiche all’intera rete produttiva, rendendo quindi la situazione tutt’altro che semplice da affrontare.


Come si pianifica questa operazione di manutenzione

Questa procedura deve essere pianificata con estrema cura nel dettaglio proprio per evitare che si possano palesare potenziali situazioni che, con il passare del tempo, abbiano un effetto tutt’altro che ottimale per la propria impresa.
Per lo specifico è importante considerare il fatto che questo genere di intervento deve essere programmato per sezioni, suddividendo i diversi tipi di impianti e le varie zone, affinché l’intervento svolto possa essere definito come ottimale e in grado di rispondere a tutte le proprie domande.
Grazie a questo insieme di procedure, che richiedono del tempo, ma che permettono di migliorare i risultati che si possono conseguire, è possibile rendere la propria azienda produttiva e soprattutto applicare la manutenzione correttiva senza compiere degli errori che sono tutt’altro che semplici da risolvere.


Il manutentore e la sua scelta

Ovviamente occorre sempre considerare che questo genere di intervento deve essere svolto solo ed esclusivamente da tecnici professionisti che operano nel settore e che hanno tutte le qualifiche necessarie per svolgere gli interventi di controllo e manutenzione correttiva.
Affidarsi a una ditta esperta vuol dire avere la sicurezza che il risultato finale che si andrà a ottenere possa soddisfare tutte le proprie esigenze e che si possano prevenire potenziali situazioni di svantaggio alquanto complesse da fronteggiare.
Pertanto, grazie a questa selezione, è possibile evitare che le varie operazioni di manutenzione siano svolte da un personale poco esperto che potrebbe causare diversi danni agli impianti e quindi rendere la situazione meno piacevole del previsto e notevolmente più complicata rispetto a quella iniziale.
Pertanto in questo modo è possibile ottenere un risultato finale perfetto senza che nascano difficoltà di ogni genere per mantenere gli impianti in ottimo stato.

Richiedi una analisi completa. Poi non lamentarti se, dopo aver speso tanti soldi per la ristrutturazione, scopri che hai più condensa di prima.

Vuoi essere ricontattato o prenotare una consulenza telefonica gratuita? Compila questo modulo

Contattami.

  • Scegli
  • Privato
  • Professionista

Leggi anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *